Android-x86 si aggiorna alla versione 4.4.2 con moltissime novità

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Per chi ha seguito l’altro mio post su come istallare Android-x86 sul proprio PC, o semplicemente se siete curiosi di sapere come evolve Android per sistemi x86 credo che l’articolo vi possa interessare. Pochi giorni fa è stata rilasciata una nuova versione basata su Android 4.4.2 con novità molto interessanti che sono riassunte in breve nell’elenco qui sotto:

  • Versione aggiornata alla 4.4.2 (la precedente era la 4.4)
  • Integrazione di ffmpeg per il supporto ai video HD e full HD all’interno delle app
  • Accelerazione hardware OpenGL ES per schede Intel e Radeon
  • Nuove kernel Linux 3.10.52
  • Miglioramento del programma di installazione per supportare l’aggiornamento da versioni precedenti (da icsx86). Il programma di installazione testuale supporta i seguenti filesystem ext3 / ext2 / NTFS / FAT32.
  • Nuovo launcher stile KitKat
  • Supporto a Ethernet, Wi-Fi, audio, Bluetooth, G-sensor, multi-touch e fotocamera
  • Gestione della memoria esterna migliorata
  • Supporto multi-utente
  • Supporto Macchine virtuali come Qemu, VMware e Virtualbox.

Più altre migliorie minori ma non per questo meno imprtanti. Sia ben chiaro che sono il primo a pensare che Android ancora non è maturo per poter sostutuire sistemi come Windows, Linux o OSX sui PC ma potrebbe essere un idea per riportare in vita vecchi sistemi divenuti oramai troppo lenti per le esigenze dei sistemi operativi odierni (Linux a parte  in quanto ci sono distro che girano egregiamente anche su dei vecchi pentium 1). Se si utiizza il PC solo per navigare, chattare e andare su Facebook, Android-x86 potrebbe essere una soluzione facile ed economica.

Se avete voglia di provarlo potete avviarlo direttamente da chiavetta USB senza toccare il vostro PC o come ho fatto io istallarlo su una macchina virtuale con Virtualbox, devo dire che non va affatto male, mi ha aggiornato la vecchia istallazione della versione 4.2, market e altre app funzionano egregiamente, solo alcune hanno dato errore ma non so se dipenda dal fatto che ancora è una relese candidate o per il fatto che gira su macchina virtuale, mi riservo di fare altre prove avviandolo da USB.  Qui di seguito alcuni screenshot e il link della pagina ufficiale per info e download http://www.android-x86.org/releases/releasenote-4-4-r1

 

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Android, Open Source , ,

Informazioni su Gianni65

Salve sono Giancarlo, “Gianni65” per tutti quelli che mi conoscono sul web. La mia passione per l’informatica è iniziata agli inizi degli anni ottanta, quando ho messo per la prima volte le mani su uno ZX Spectrum e mi si è spalancato davanti un mondo fantastico, passione che mi ha accompagnato fino ai nostri giorni, non mi ritengo un esperto ma un semplice smanettone anche se i miei amici dicono il contrario e infatti sono sempre li a chiedermi consigli. Ho realizzato questo blog per condividere le mie esperienze, maturate nel corso degli anni tra errori e successi, con altri appassionati e “smanettoni” come me e per chi a digiuno di nozioni informatiche si vule fidare della mia esperienza, quindi non aspettatevi un blog puramente tecnico ma da semplice appassionato e autodidatta che comunque nel corso degli anni è sempre riuscito nel suo intento. Premetto che non sono infallibile anzi, se notate qualche imprecisione negli articoli non esitate a farmeli notare in modo da migliorare le nostre conoscenze insieme. Ho inserito anche una piccola sezione con del software gratuito (freeware e open source) diviso per categorie, anche quì un po’ scarsa ma spero di ampliarla al più presto. Non aspettatevi post a raffica ma mooolto a rilento in quanto lavoro e famiglia portano via parecchio tempo e gestire un blog non è così semplice come credevo, spero comunque che troviate interessanti gli articoli e che pazientate se le risposta ai commenti non saranno celere.

Precedente Chromecast: Aggiungi al tuo televisore il supporto DLNA Successivo Il Pinguino Fotografo: I software per il fotoritocco disponibili per Linux e l'open source in generale.